Attivazione

Torna alla pagina del Radio e Storia

Monte Giove

DRES-VE084 | 1596 m | JN55PS

Radio e Storia
Regione: Veneto
I3NJI

Versione in PDF
Stato attivazioneCONFERMATA
DiplomaRadio e Storia
Data20/08/2020
BandaVHF
Altri attivatori
Visite10
Mappa dei QSO

Descrizione dell'attivazione

Il M. Giove si trova al limitare dell’alta pianura vicentina, raggiungibile dal M. Novegno con una tranquilla camminata di circa 1,5 ore. Solo gli ultimi 30 min del percorso sono in forte pendenza, salendo la parte sommitale del versante sud su prato boschivo. Si parcheggia a quota 1450 e si arriva a quota 1600, salendo a Busa Novegno, quindi scendendo a Passo Campedello per poi risalire ancora. La zona mi interessa per la sua storia legata alla Grande Guerra: il Giove, il Priaforà, il Novegno sono stati gli ultimi baluardi difensivi contro gli austro-ungarici per bloccare lo sbocco in pianura durante la Strafexpedition del 1916.
La mattinata è iniziata con cielo limpido e qualche nuvolame bianco in quota, quindi con previsione di giornata assolata. La camminata, al fresco dei 13°C contro i 30° della pianura, è stata immersa del silenzio mattiniero più assoluto, spezzato solo dai richiami di allarme delle marmotte di Busa Novegno e da quelli di un paio di falchi che svolazzavano appunto sopra le marmotte con chiari fini predatori.
Lo scopo dell’uscita era quello di poter passare alcune ore in totale solitudine montanara però avendo con me radio al seguito: fino alle 12 avrei operato in 2m e poi per un altro paio d’ore in HF. Alle 9.45 ero arrivato a destinazione e prima di armeggiare con il cavalletto e con la Yagi 4 elementi per i 2m mi son goduto qualche sprazzo di panorama che sbucava dalle nuvole e soprattutto mi son goduto il totale silenzio della montagna – mi dispiaceva in effetti interromperlo accendendo la radio.
Sulla cima del Giove è ben visibile un grande pannello che, se colpito dal sole, visto dalla pianura appare come un forte riflesso solare (lo stesso era successo quella mattina): è un vecchio ripetitore passivo per TV, presumo sia degli anni ’70, pensato per riflettere un po’ di segnale che arriva dai trasmettitori RAI del Monte Venda sui colli Euganei verso la sottostante vallata (v. foto, con tanto di gruppo di caprioli al pascolo).
Alle 10 ho iniziato a spazzolare la banda 2m, sia in porzione SSB che FM: era presente solo un QSO tra locali in FM. Il che mi ha preoccupato un po’ circa la possibilità di essere incappato in una giornata senza propagazione in VHF. Dopo un paio di minuti di CQ con antenna a sud - sudest ecco però la prima risposta: da Brindisi mare, con un QRB di 800 km e con segnali ottimi da ambo le parti. La mattinata è proseguita bene, con 17 QSO da zone 0, 3, IV3, 4, 5, 7 e 9A3 fino alle 13 locali, incluso quello inaspettato con Roberto IK0BDO in /5 che pensava non lo sentissi e chiedeva appoggio al mio corrispondente della zona 4, mentre mi arrivava forte e chiaro.
Oltre all’FT817, avevo con me l’UV5 Baofeng acquistato solo perché un paio d’anni fa avevo un buono regalo per acquisti su una nota azienda di vendite online. Di quest’ultimo non sono ancora riuscito a capire se funziona o meno, nel senso che a parte QSO citofonici per tenersi in contatto con altri OM di camminata (esempio nelle uscite al Pasubio e Grappa organizzate dal MQC negli anni passati) non sono mai riuscito a fare veri QSO (devo ammettere che non ho pazienza a fare tante chiamate). Non solo: se gli attacco altre antenne al posto del gommino originale, si ridice o addirittura si perde l’ascolto anche di quei pochi QSO che riesco a prendere. Ho approfittato per eseguire alcune prove con un corrispondente in campeggio a Isola Verde mare (QRB 100 Km; quota 1600 vs quota 1 m): per ascoltarlo dovevo tenere il gommino verticale rivolto verso il basso (!!) anziché tenerlo in alto come verrebbe logico, mentre io ero ascoltato “al limite”.
Dopo la “pausa panino” delle 13, ho iniziato a smontare la Yagi VHF per passare in HF con la verticale “PAC-12”, come avevo annunciato sul forum e sulla chat del MQC. Nel frattempo le nuvole si erano molto intensificate e si era fatto scuro e quasi freddo. In 40m mi arrivavano bene segnali di CQ da Spagna, Andorra, Inghilterra e Francia, ma nessuno di loro mi ascoltava: solo Andorra mi ha risposto che … “I3 non ti copio”. L’idea era di continuare per mettere a log qualche QSO in HF, però alle 14 mi sono accorto che le scariche radio aumentavano e soprattutto che mi si rizzavano i peli degli avambracci. Il fatto non è tanto indice di “pelosità”, quanto di aumento della elettricità statica, il che in montagna può non essere salutare. Ho deciso quindi di stendere l’antenna al suolo perché non facesse da parafulmine, iniziando lo smontaggio rapido e caotico del tutto e quindi avviandomi ad una veloce discesa con visibilità davvero limitata, non più di 5 metri.
Su questi monti tutto parla ancora della Grande Guerra ed è impossibile rimanere estranei ai fatti avvenuti 104 anni fa. Al mio fianco avevo un cratere da esplosione di circa 5 m di diametro e 1,5 di profondità (ancora ben evidente; v. foto), nella salita e discesa ero transitato per la vecchia strada militare (risistemata a ricordo, v. foto), ero incappato nell’ennesimo reperto bellico (una scheggia di granata – v. foto), ero transitato di fronte all’ara eretta in ricordo dei caduti del Novegno – Giove e al capitello in ricordo dei battaglioni che si erano susseguiti a difesa della pianura veneta per fermare la Strafexpedition del ‘916 (v. foto) ed ero sostato a fianco di 2 postazioni belliche.

Come in altre occasioni simili, mi fa meditare il fatto che se oggi è possibile vivere, salire sui monti e anche fare una cosa semplice come far radio in tranquillità e piena libertà, lo si deve anche tutti coloro che 100 anni fa si sono personalmente sacrificati, rinunciando a tutto, famiglia inclusa, esattamente sui terreni su cui serenamente ci si siede.

73 de I3NJI Vitaliano

 




BONUS

BonusPunti

Punteggio

Nr. QSO17
Punti QSO0
Punti bonus0
Punti totale0

Log

Data Ora Call Banda WWL WattQRBPunti
20/08/2020 08:16 IK7JNM 2m
SSB
JN80XO5788 Km0
20/08/2020 08:35 IK0ZYH 2m
SSB
JN62BJ5381 Km0
20/08/2020 08:40 I5XX 2m
SSB
JN53EN5256 Km0
20/08/2020 08:44 IW3HLZ 2m
SSB
JN66AL598 Km0
20/08/2020 08:59 IV3GBO 2m
SSB
JN66OA5151 Km0
20/08/2020 09:04 I4BME 2m
SSB
JN54QL5144 Km0
20/08/2020 09:06 IK0BDO/5 2m
SSB
JN53LB5302 Km0
20/08/2020 09:19 IK5EKL 2m
SSB
JN53LS5224 Km0
20/08/2020 09:37 IW3EJH/3 2m
FM
JN55JP541 Km0
20/08/2020 09:57 IW3IOG/P 2m
SSB
JN65DE5101 Km0
20/08/2020 10:09 IU7EDW 2m
SSB
JN81JD5679 Km0
20/08/2020 10:15 I3QJZ 2m
SSB
JN55UI557 Km0
20/08/2020 10:18 IW4BPE 2m
SSB
JN54MG5168 Km0
20/08/2020 10:30 9A3CX 2m
SSB
JN65UJ5193 Km0
20/08/2020 10:54 IZ3CTT/3 2m
FM
JN55VB588 Km0
20/08/2020 10:55 IW3IOG/P 2m
FM
JN65DE5101 Km0
20/08/2020 11:00 IZ5BRY/5 2m
FM
JN53NV5209 Km0
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi