Attivazione

Torna alla pagina del Rifugi italiani

Rifugio Val Serenaia

DRI-TO032 | 1100 m | JN54CD

Rifugi italiani
Regione: Toscana
I5EKX/P

Versione in PDF
Stato attivazioneVerificata
DiplomaRifugi italiani
Data28/08/2021
BandaHF
ModalitàMOTORIZZATO
Altri attivatori
Visite51
Mappa dei QSO

Descrizione dell'attivazione

 

Attivazione Rifugio Val Serenaia DRI TO-032 JN54CD

 

Il rifugio si trova all’interno del comprensorio del parco regionale delle Alpi Apuane, vicino all’incantevole lago di Gramolazzo c’è una stretta strada asfaltata che sale nel bosco, cosa atipica permette di raggiungere 3 rifugi uno dopo l’altro, il primo “Val Serenaia”, il secondo “Guido Donegani” ed il terzo con un sentiero escursionistico di un’ora e mezza “Orto di Donna”, quest’ultimo era la meta più ambita, ma le condizioni meteo ci hanno sconsigliato la salita.

Siamo partiti da Livorno sotto una forte pioggia che era iniziata la notte abbassando le temperature di circa 10 gradi, ma confidavo nelle previsioni meteo di Weather Pro che davano nella zona da raggiungere assenza di pioggia e sole in tarda mattinata, in effetti lasciata l’autostrada ad Aulla la pioggia è cessata, ma le nuvole sono rimaste.

Arrivati a Val Serenaia abbiamo provato a salire fino al Guido Donegani, ma eravamo, tanto per cambiare, immersi nelle nuvole basse così ripieghiamo sul primo rifugio a 1100m, posizione non molto favorevole perché siamo all’interno di una gola e circondati da montagne essendo tra i 3 il più basso.

La temperatura è intorno ai 12 gradi ed il cielo coperto, ci sistemiamo quindi al parcheggio che sta tra il rifugio e l’annesso omonimo camping, inizio a stendere l’antenna con l’aiuto della XYL (Santa subito e sempre!), palo spiderbeam alla staccionata e l’altro lato ad un albero con il sistema del lancio del peso: successo al quarto tentativo, sono migliorato.

Nel timore che possa piovere ci mettiamo in auto, setup di tutto e quando accendo la radio capisco subito che non è una buona giornata, temporali a giro per l’Italia, ma soprattutto un silenzio assurdo, nemmeno il minimo QRM, scariche, segnali assenti, chiamo in 40m SSB, metto spot, niente, zona 0, 5, 3, non mi sentono, spazzolo un po’, ma il segnale più alto è un debole S5 su un pile-up spagnolo dove però non ascolto la stazione principale.

Provo in 20m, idem, mi viene da pensare che l’antenna abbia dei problemi, esco, controllo, tutto ok, ROS 1:1, riprovo, niente, comincio a scoraggiarmi, alla fine riesco a collegare una sola stazione, tedesca in attivazione per Flora & Fauna, in chat leggo che la situazione in HF è grossomodo la stessa per tutti: siamo nei 3gg di una tempesta solare, alle 12:15 smetto, in 2 ore e 15’ un QSO, mai così scarno da quando ho iniziato l’attività con MQC.

A mangiare scendiamo al lago dove conosco una trattoria “Da Morena” che consiglio a tutti, un bel pranzo chiude così la mattinata, al pomeriggio ci facciamo una passeggiata sul lungo lago, una pennichella sul prato e rientriamo, tutto sommato una giornata rilassante ed all’aria aperta positiva come sempre.

Setup:

Xiegu X5105 5W

Antenna EFHW lunga 20m by Gianni Pocher attaccata a palo spiderbeam a circa 5m da terra.

73 de I5EKX Alex.




BONUS

BonusPunti

Punteggio

Nr. QSO1
Punti QSO28
Punti bonus0
Punti totale28

Log

Socio MQC
Data Ora Call Banda WWL WattRef.QRBPunti
28/08/2021 09:30 DL8ECA/P 40m
SSB
JO31NE5DLFF-0588816 Km28
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi